1011216348_2

APPENA IN TEMPO PER PAGARE DI PIÙ!?

Lunedì scorso, 8 settembre, alle ore 17.30 a Capannoli si è tenuto il Consiglio Comunale. Vista la rilevanza di alcuni degli argomenti all’ordine del giorno:

  • Approvazione del Regolamento Comunale per l’applicazione dell’Imposta Comunale Unica (IUC)
  • Approvazione aliquote anno 2014 Tributo Servizi Indivisibili (TASI)
  • Approvazione Piano Finanziario e tariffe anno 2014 Tassa sui Rifiuti (TARI)
  • Approvazione aliquote anno 2014 Imposta Municipale Propria (IMU)

abbiamo ritenuto importante essere presenti anche se, visti gli argomenti trattati, avremmo preferito partecipare ad un Consiglio Comunale Aperto (cioè dove i cittadini presenti hanno la possibilità di chiedere la parola e non sono, quindi, semplici spettatori).

Esplicati i primi punti all’ODG il Sindaco ha fatto la premessa agli argomenti relativi a IUC, Tari e Tasi sottolineando la necessità impellente di deliberare le aliquote entro la data del 10 settembre 2014 onde evitare ai cittadini di Capannoli di dover pagare la Tasi in un’unica soluzione il 16 Dicembre, periodo in cui si concentrano diverse scadenze tributarie (Tari, IMU).

Così facendo, cioè correndo a deliberare le aliquote entro il 10 settembre, invece, i cittadini potranno pagare l’acconto Tasi il 16 ottobre ed il saldo il 16 dicembre.

Wow (dal glossario dei fumetti: esclamazione che esprime stupore misto ad ammirazione)!!! Starete pensando: <<Arciperbaccolina, finalmente un Sindaco ed un’amministrazione attenta alle necessità dei propri concittadini!>> oppure << Addirittura le deliberazioni che tengono in considerazione le scadenze dei tributi per non mettere in difficoltà le famiglie!!!>>

Ahimè! Purtroppo per il Sindaco Cecchini, noi del 5 Stelle non siamo cittadini che si fidano sulla parola; a noi piace verificare, andare a leggere le leggi, capire fino in fondo. Quindi, siamo andati a scartabellare in rete (è una nostra fissa!!), abbiamo trovato i riferimenti normativi e indovinate un po’?

Vi facciamo un brevissimo riassunto ma ci piacerebbe che anche voi foste cittadini che non si fidano sulla parola, a cui piace verificare, leggere le leggi, capire fino in fondo e vi invitiamo, quindi, a fare come abbiamo fatto noi (cercate la Legge n. 147 del 27.12.2013, comma 688 e il Decreto Legge 9 giugno 2014, n. 88 articolo 1, comma 1). Quindi, dicevamo: il Decreto Legge n. 88/2014 fissa delle scadenze di pagamento dell’acconto Tasi a seconda di quando il comune delibera le aliquote:

  • Se il comune delibera le aliquote entro il 23 maggio 2014 il cittadino paga l’acconto Tasi il 16 giugno 2014 ed il saldo il 16 dicembre 2014.
  • Se il comune non delibera le aliquote entro il 23 maggio 2014, ma lo fa entro il 10 settembre 2014, il cittadino paga l’acconto Tasi il 16 ottobre 2014 ed il saldo il 16 dicembre 2014.
  • Se il comune NON delibera le aliquote entro il 23 maggio 2014, NON lo fa nemmeno entro il 10 settembre 2014, il cittadino paga la Tasi in un’unica soluzione il 16 dicembre 2014.

Vi starete chiedendo cosa ci sia di strano visto che vengono confermate le parole del Sindaco MA, è vero che la Legge n.88/2014 dice che Se il comune NON delibera le aliquote entro il 23 maggio 2014, NON lo fa nemmeno entro il 10 settembre 2014, il cittadino paga la Tasi in un’unica soluzione il 16 dicembre 2014, dice anche che: il tributo è versato in unica scadenza il 16 dicembre 2014 con applicazione dell’aliquota di base all’1 per mille!!!

Avete capito bene!!! Se il Sindaco Cecchini non avesse preso a cuore gli interessi dei propri concittadini, e non fosse corsa a deliberare le aliquote, avremmo pagato la Tasi con un’aliquota all’1 per mille anziché, come invece dovremo fare, con un’aliquota che varia dal 2,3 al 3,3 (a seconda della rendita catastale del vostro immobile)!!!

Siamo sicurissimi che, a questo punto, vorrete unirvi a noi nel ringraziare sentitamente e di cuore il nostro Sindaco per il suo interessamento e per il bel regalo che ha fatto alle nostre tasche!!!!

CL

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>